Cous Cous alla marocchina



Il Couscous è un piatto tipico della cucina araba (e siciliana) di cui esistono numerose varianti. In quanto piatto di facile preparazione si è diffuso in diversi paesi come Tunisia, Marocco, Algeria, Israele, Libano e Palestina, diventandone poi il piatto nazionale.
Il Couscous è un piatto a base di un tipo particolare di semola a granelli che viene condito da uno stufato di verdure con l'aggiunta o meno di carne (pollo, coniglio o agnello). Anche la semplice reperibilità degli ingredienti che servono per la sua preparazione fa si che questo piatto possa essere preparato ovunque.


Tipicamente il couscous si prepara con uno sorta di vaporiera chiamata cuscussiera (foto da wikipedia). La cuscussiera essenzialmente si compone di due pentole sovrapposte di cui quella superiore ha il fondo forato. La parte inferiore è utilizzata per la cottura dello stufato che con il suo vapore insaporisce e cuoce i granelli di semola disposti nella pentola superiore. Non avendo la cuscussiera ho deciso di preparare separatamente stufato e semola e di unirli alla fine.


Ingredienti:
  • 200 g di Cous cous
  • 400 g di carne (agnello, pollo, coniglio)
  • 20 g burro
  • Olio
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • 50 g di ceci
  • 50 g di piselli 50 gr
  • 8 pomodorini
  • 25 g di uva passa
  • 1 zucchina
  • 1/2 l di acqua 
  • 1 bustina di zafferano
  • Coriandolo fresco
  • Paprika
  • Pepe
Si comincia con il tagliare a pezzetti la cipolla, la carota pelata, le zucchine e l'agnello. Il cous cous prevede che questi ingredienti vengano tagliati a pezzi grossolani. Si passa poi a soffriggete nell'olio la cipolla e appena imbiondita si aggiungono tutti gli altri ingredienti previsti per lo stufato, compresa la carne, e si copre il tutto con l'acqua. A questo punto comincia la cottura che proseguirà per circa 45 minuti.



Nel frattempo si passa a cuocere la semola a vapore per 10 minuti. Al termine la si versa in un vassoio. Con un cucchiaio di legno e l'aggiunta di un pò di acqua fredda si procede a "sgranere" i granelli, ovvero si lavora la semola in modo da rompere eventuali grumi che si sono formati al suo interno. Si ripete questa procedura una seconda volta cuocendo però la semola solo per 5 minuti. A questo punto si aggiunge il burro in piccoli pezzetti.


Una volta che la semola ha assorbito completamente il burro si passa a condirla con lo stufato. Tipicamente la semola viene prima condita con il brodo dello stufato e poi disposta in un piatto da portata formando una sorta di ciambella nel centro della quale si adagia il resto dello stufato.

بون ابيتى! (Spero sia buon appetito in arabo! :)